Allarme maltempo nel nord-est dei Paesi Bassi

Imparate una nuova parola in olandese che in questi giorni serve: ijzel. Infatti da ieri vige un allarme maltempo, perché con le temperature che (finalmente?) si sono abbassate a livelli invernali anche due millimetri di pioggia che cadono ghiacciano sull’asfalto rendendo strade e marciapiedi pericolosi e scivolosissimi.

Come vedete nel video, nell’estremo nord dei Paesi Bassi c’è chi ne approfitta per tirare fuori i pattini, ma un’intervista di ieri alla radio con l’ospedale di Assen è risultato che molte persone si sono rivolte al pronto soccorso dopo essersi “sfracellate” scivolando. Lo stesso ospedale ha richiamato molti collaboratori per affrontare l’ aumento improvviso di pazienti, dicendo che parecchi medici e paramedici hanno pernottato in ospedale proprio per evitare il viaggio a casa se dovevano rimontare in servizio la mattina dopo, e che altri si sono resi reperibili.

Anche gli addetti al soccorso stradale hanno passato la giornata di ieri a ripescare auto che scivolavano nei fossi e nelle banchine. In entrambi i casi quello che l’ intervistatore ha chiesto esplicitamente e gli è stato confermato, è che non si trattava di persone che magari si sono scatenate, ma normali utenti della strada con comportamenti di guida normali.

Rijkswaterstaat che è l’organizzazione che si occupa di viabilità per conto del ministero Infrastruttura e Ambiente ha annunciato l’allarme sul proprio sito e  da ieri non risparmia mezzi e personale per spargere sale nelle zone colpite, avvertendo però che aiuta fino a un certo punto. Per il momento si prevede che la situazione resterà così per le prossime 48 ore.

Evitate quindi di mettervi in strada se potete farne a meno, mi riferisco ovviamente alle zone colpite indicate sul sito di Rijkswaterstaat che vi ho linkato sopra, ma tenete anche presente che nelle autostrade principali si prevede maggior traffico anche fuorizona. a meno che appunto, chi può dia retta agli avvisi e lasci la macchina a casa.

Insomma, che vi vogliate chiudere in casa o vogliate infilarvi i pattini, adesso che conoscete la situazione, decidete voi. Io vado a mettere su un brodo, che mi sembra il momento buono

Allarme maltempo nel nord-est dei Paesi Bassi
5 (100%) 1 vote

Barbara

Metà abruzzese, metà polacca, Amsterdammer di adozione, cittadina del mondo. Mi occupo di mille cose, e mi destreggio tra traduzioni, ed esperienza enogastronomiche. Non scrivo mai meno di 2000 parole al minuto.

5 commenti

  • Paola

    Ciao a tutti!
    Ho appena letto il tuo post e tremato…sì, ma mica per il freddo! Atterrerò a Weezer mercoledì prossimo e voglio noleggiare una macchina (altrimenti a star dietro gli autobus di Terravision/Ryanair impazziamo, atterriamo alle 20.40 e il bus partirà alle 23, pare). Tremo perché forse sto sbagliando e non è il caso di guidare con questo brutto tempo!
    pensavo di parcheggiare fino a sabato ( o domenica mattina) la macchina in un P+R parking (quello vicino lo stadio mi sembra meglio collegato fino a Leidseplein, dove abbiamo l’hotel. Tu che dici, è una follia?
    Grazie per i consigli che vorrai/vorrete darmi, conosco Amsterdam un pochino ma non abbastanza da sentirmi sicura tra ghiaccio, parcheggi (carissimi!) e aeroporti lontani!
    Help!

    • Tranquilla, è passato tutto, piove, ma a parte questo si guida tranquillamente. Però onestamente io prenderei uno shuttle, con quello che ti costa in fastidio, spese, parcheggio eccetera la macchina, a meno che non vuoi usarla per visitare anche qualcosa per strada e fuori Amsterdam, sei sicura che ti convenga? Lo dico perché due amici arrivati a Capodanno dalla Germania in Macchina si sono persi per un paio d’ore intanto che arrivavano ad Amsterdam, nonostante il navigatore. Ma vedi tu.

    • Tranquilla, è passato tutto, piove, ma a parte questo si guida tranquillamente. Però onestamente io prenderei uno shuttle, con quello che ti costa in fastidio, spese, parcheggio eccetera la macchina, a meno che non vuoi usarla per visitare anche qualcosa per strada e fuori Amsterdam, sei sicura che ti convenga? Lo dico perché due amici arrivati a Capodanno dalla Germania in Macchina si sono persi per un paio d’ore intanto che arrivavano ad Amsterdam, nonostante il navigatore. Ma vedi tu.

  • Berend

    Che blog interessante! È Rijkswaterstaat (o Rijks-wat-er-staat come dice Dik Voormekaar) però, non Rijksterstaat 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *