Niente piu’ short-stay e airbnb in Amsterdam?

A quanto pare la corte di appello di Amsterdam ha confermato che chiunque affitti tramite airbnb e siti simili, svolge attivita’ di business la quale non e’ concessa nella maggiorparte delle case condivise ad Amsterdam.

Il tutto e’ nato da una controversia privata tra l’associazione degli “owner” (vve) e un privato che fittava appartamenti per “short-stay“.
Naturalmente questo crea un caso che, come hanno gia’ spiegato esperti del settore, permettera’ a molte altre associazioni di fare la stessa cosa.

In pratica affittare tramite servizi come airbnb sara’ legittimo solo se si e’ autorizzati dall’owner o legalmente registrati come  al vve.

Questo potrebbe in qualche modo anche colpire il turismo ad Amsterdam?

Alcuni esperti dicono di si, ora si resta in attesa del prossimo round 🙂

Vota l\'articolo

admin

Info e news per italians in Amsterdam e dintorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *