Coffe shop in Olanda, tutta la verità su come stanno le cose

Da qualche tempo si continua a parlare e discutere della nuova legge per i coffeshop che entrerà in vigore in Olanda a partire dal 1 gennaio 2012 e che vieta la vendita di droghe leggere, quali marjuana e hashish ai turisti. Naturale che questa decisione presa dal governo Olandese abbia gettato nello “sconforto” i tanti turisti che arrivano ad Amsterdam anche per potersi “stoned” fumando nei coffeshop, magari vicino al quartiere a luci rosse 😉 Ma quale è la verità?

Se ne stanno dicendo di tante, anche in Italia da quel che si legge su twitter e facebook( a proposito sai che abbiamo anche noi la nostra pagina facebook? diventa nostro amico su facebook e resta aggiornato 🙂 )e in “rete”, chi dice che saranno chiusi definitivamente, chi invece dice che saranno permessi solo agli Olandesi, chi invece dice che resteranno come ora, insomma ci sono tante teorie, ma la verità per quel che riguarda la legge per come è stata concepita è questa :

A partire dal 1 gennaio 2012 in via sperimentale in 3 province olandesi la vendita di droghe leggere sarà riservata solo ai residenti e ogni coffeshop dovrà avere un massimo di 2000 clienti registrati abilitati a comprare da loro.

Nel 2013 si dovrebbe applicare al resto d’Olanda, quindi anche Amsterdam.

Turisti?

Quindi si, ai turisti in pratica verrà vietato fumare, anche se per la mia esperienza  presumo che si troverà un modo di aggirare il problema, sarà difficile rinunciare ai coffeshop sapendo che sono aperti (perchè non è vero che verranno chiusi). Qualche anno fa iniziarono a limitare il possesso da parte di chi compra e di chi vende, eppure non è cambiato niente,  stavolta le cose sono diverse ma  i coffeshop saranno sempre li, al loro posto, quindi una soluzione verrà “inventata”.

Solo ai residenti?

Si ogni coffeshop potrà vendere solo ai residenti, sfatato il mito che sarà solo per gi olandesi, per residente si intende uno che sia registrato al Geemente(comune). Ogni coffeshop potrà registrare un massimo di 2000 clienti a cui sarà consentito comprare hashish o marijuana. Pensandoci bene, 2000 è un numero discretamente alto soprattutto in Amsterdam con i tantissimi coffeshop presenti 🙂

I dubbi ancora sono tanti, io ad esempio potrei tranquillamente comprare hashish e poi darlo ai miei amici che mi vengono a trovare, oppure cosa succede a un turista beccato a fumare? Oggi nulla, o al massimo se si è in luoghi in cui non è consentito una multa di 50 euro.

Ad ogni modo per Amsterdam dovrebbe partire nel 2013 quindi avete ancora un anno di tempo, e bisogna vedere se il sistema darà i suoi frutti o no.

Insomma ancora di tempo ne avete, spero di essere riuscita a “tranquillizzarvi” ,   ma quello che veramente mi domando io è : Possibile che tra i tanti bellissimi parchi, musei, canali, locali, etc,etc  tanta gente viene ad Amsterdam solo per farsi una canna? 🙂

Vota l\'articolo

admin

Info e news per italians in Amsterdam e dintorni.

4 commenti

  • @la Sostanza, mi sembra normalissimo che una persona normale che ha voglia di curarsi in santa pace senza fare alcun male a nessuno non ha nessuna intenzione di essere trasformata in vittima o in criminale per uno stupido spinello. Io uso la marijuana perche` a me la ha prescritta il dottore; ne ho ricavato enormi giovamenti. Non ho nessuna intenzione di regalare la mia salute a voi proibizionisti (razza peggiore dei nazisti) o ai governi ed alle lobby che vietano la marijuana per arricchirsi con il petrolio.
    Quello che penso dell`Italia lo trovi a questa pagina del mio sito: http://www.ilfluidodeldiavolo.elementfx.com/il_fluido_00002b.htm
    La mafia, la delinquenza, le ingiustizie, le galere stipate di giovani innocenti le lascio a voi moralisti e proibizionisti. Siete voi che le avete create, VOI meritate di vivere in quell`inferno. IO NON CI STO.

  • Pingback: Dopo i coffeshop chiude anche il quartiere a luci rosse di Amsterdam?

  • la Sostanza

    Questa è l’Italia: la gente lascia il proprio paese solo per fumarsi le canne ad Amsterdam. Che tristezza.

  • Questa e` l`Olanda: un clima grigio, freddo umido e piovoso anche di estate, il cibo tipico del posto sono le patatine fritte, le persone sono fredde e scostanti, la lingua sembra il gracchio di un corvo fatto di LSD, l`unica opera d`arte accettabile che hanno e` il Van Gogh (per il resto sono tutti specchietti per le allodole), hanno un paio di industrie alimentari e di profumi di rilevanza quasi inesistente, anche qui e` iniziata la crisi e la carenza di lavoro. Vogliono fare la wietpas? Questo film comico me lo voglio vedere fino alla fine! Qui non ci verrebbero piu` a pisciare nemmeno i cani. L`Olanda vive solo di turismo legato alla cannabis. Gli Hotels, i pub, i negozietti, ecc… sono pieni di turisti che vengono qui SOLO per andare al coffeeshop (anche i cinesi ed i marocchini). Tagliando fuori i turisti dai coffeeshops agli olandesi resterebbero 2 opzioni: o tornare a fare i pirati dei mari come prima della legalizzazione o accontentarsi di mangiare pane e bulbi di tulipani.