In pensione le due prostitute più anziane di amsterdam

Louise e Martine, 70 anni, sono le due prostitute più anziane del quartiere a luci rosse di Amsterdam e hanno deciso di andare in pensione, dopo 50 anni di onorato servizio e un invidiabile record di 355.000 uomini!

Lousie si é raccontata in un’intervista al quotidiano “Libération”.  Il documentario “Meet the Fokkens”, di Gabrielle Provaas e Rob Schroder é uscito nel 2011, e ora é diventato  un libro dal titolo “Due vite in vetrina” che sarà pubblicato in Italia il prossimo luglio. Sia il libro che il documentario sono anche un occasione per documentare la storia e i cambiamenti del piú famoso quartiere di Amsterdam, che purtroppo é da anni in continuo declino.

Dall’inizio della loro carriera appena ventenni e con la prostituzione ancora non legale, fino ai giorni nostri con la mafia dell’est a farla da padrone nel quartiere e quindi nella gestione delle cosiddette “vetrine”, dove ne hanno visto praticamente la nascita e che criticano aspramente.

Inoltre una non  velata critica alla comunità Olandese e al fallimento della legalizzazione della prostituzione in per se che “ha portato solo tasse da pagare”. Aneddoti come l’ultimo affezionato cliente di Martine che fino all’ultimo é rimasto fedele al suo incontro settimanale, mentre Louise ha dovuto combattere con (evidenti) problemi di artrite che per questo la hanno costretta a “ritirarsi” un pò prima del previsto.  Ci pare comprensibile dopo 355.000 prestazioni, indubbiamente 🙂

“Legalizzare la prostituzione non ha migliorato la vita delle prostitute, non ha senso vivere solo per pagare le tasse. Per questo molte ragazze oggi scelgono di lavorare da casa propria o su internet” ha dichiarato Martine, l’ultima delle due a “ritirarsi”. I tempi cambiano anche per il mestiere più antico del mondo, e la prostituzione passa dalle vetrine in strada alle webcam sulla rete  🙂

Quel che é certo che il red light district sta perdendo il suo fascino.

Il sito web del documentario.

Vota l\'articolo

admin

Info e news per italians in Amsterdam e dintorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *