Affittare casa in Olanda

Quando sono arrivato in Olanda, piú di sette anni fa, ho avuto la fortuna di poter stare per tre mesi in un appartamento fornito dall’azienda.

Devo ammettere che é stata una partenza bella facile, perché in quei tre mesi ho avuto tempo per ambientarmi nel nuovo lavoro, litigare col mio Inglese, capire un po’ come si vive ad Amsterdam, e visitare le varie zone della città per farmi un’idea di dove e come vivere.

 

Alla fine dei tre mesi tramite un’agenzia trovai un bell’appartamento dove ho vissuto per tre anni prima di comprare casa.

Ma quante cose strane ho visto!

Diciamo la verità, in Italia la casa é sacra, e la qualità in termini di materiali, strutture, mobili é molto alta quindi siamo abituati bene.

In Amsterdam soprattutto, ma anche nel resto dell’Olanda, la maggioranza delle case hanno una planimetria da barzelletta, finiture per le quali da noi chiamerebbero la polizia e mobili da prima edizione del catalogo IKEA. E se in affitto, comprati pure usati!

Insomma, quello che sto cercando di dirvi é: siate flessibili, oppure finirete voi con un flessibile in mano a costruirvi la vostra casetta nei weekend come nella miglior tradizione meridionale.

Bagni senza lavandino (il lavandino é in camera), serramenti che serrano ben poco (e col vento in inverno ho amici che stavano sul divano con due coperte), camere da letto accessibili solo passando dal bagno, sono solo alcune delle stranezze che ho visto da queste parti.

 

 

Il bazar degli affitti

In questo post voglio spiegare un po’ come si affitta una casa in Olanda, perché vengo a contatto con sempre più connazionali che arrivano qui o vogliono trasferirsi qui senza avere le giuste informazioni sul mercato immobiliare e degli affitti.

Il mercato degli affitti, o come lo chiamo io il bazar degli affitti, presenta due opzioni molto importanti da capire: mercato libero (vrijsector) ed edilizia sociale (sociale huurwoningen).

 

 

Edilizia Sociale – Sociale Huurwoningen

Avete presente le case popolari Italiane, l’edilizia in stile quartiere le Vele di Scampia o Palermo II a Lissone?

Ecco, non c’entra niente con la maggior parte dell’edilizia sociale Olandese.

La maggior parte degli appartamenti ad Amsterdam è di proprietà di cooperative edilizie, e l’Olanda é il paese Europeo col piú grande settore di edilizia sociale. Nella zona di Amsterdam pare che il 50% degli immobili sono in mano a queste cooperative!

Il sistema é pensato basandosi sul concetto bellissimo che tutti debbano poter accedere a case economiche ed evitare segregazioni.

Se non siete giá svenuti, continuate a leggere.

Solo nel 2011 é stato introdotto un reddito minimo per poter accedere a case sociali. Quest’anno (2013) per la zona di Amsterdam la soglia é fissata a € 34.229 (€ 38.695  per famiglie con figli): non proprio un reddito da bisognosi, per noi Italiani!

Anche l’affitto massimo per una casa sociale é regolamentato, e fissato (sempre nel 2013) ad un tetto di € 681,02 al mese.

E poi dicono che in nord Europa la gente non é sociale!

Se pensate di arrivare in Olanda e trovare una bella casa in sociale huurwoningen per € 300/mese in centro Amsterdam mi spiace darvi la brutta notizia che dovrete aspettare intorno ai 10 anni, cioé il tempo d’attesa medio dal momento in cui vi mettete in lista.

I bravi Olandesi infatti si mettono in lista d’attesa alla tenera etá di 16 anni, cioé appena é consentito bere alcool e registrarsi al sistema sociale.

 

 

Il sistema a punti

In Italia ci siamo ormai abituati a parlare di punti sulla patente.
Qui in Olanda, invece, qualcuno potrebbe chiedervi quanti punti ha casa vostra!

Le case in affitto nella zona di Amsterdam sono regolamentate da un sistema a punti (woningwaarderingsstelsel).
Tutti gli appartamenti infatti ricevono un certo numero di punti in base a standard qualitativi, dimensione, posizione e servizi.
Questo sistema a punti aiuta a capire se si sta pagando il giusto affitto.

Fino a 140 punti l’appartamento rientra nel settore sociale di cui ho parlato sopra.

Al di sopra dei 140 punti, siete benvenuti nel mercato libero.

Come si calcola quanti punti ha una casa?

É possibile farlo online con questo modulo online (in Dutch, ma ho provato Google Translator e funziona bene con questa pagina) peró per una valutazione precisa meglio recarsi ad uno degli uffici Living Wijksteunpunt che fanno parte della huurcommissie, l’organo indipendente che controlla il mercato degli affitti.

Non é infrequente trovare schifezze di case affittate a prezzi esorbitanti. In tal caso é possibile chiedere consiglio alla huurcommissie e, se dopo la valutazione si scopre che la casa dovrebbe stare nel sistema sociale, é possibile andare per vie legali per pagare il prezzo di affitto corretto.
Non aspettatevi peró che il proprietario dell’immobile diventi vostro amico.

 

 

Mercato Libero – Vrijsector

Se l’immobile ha piú di 140 punti, si aprono le porte per il vero bazaar, il settore libero dove i prezzi sono fatti dal mercato cioé dalla domanda e dall’offerta.

E considerando che l’Olanda é nella top 10 delle nazioni piú densamente popolate del mondo, forse perché le droghe leggere sono libere, la domanda di case gioca a vostro sfavore.

I prezzi degli affitti sono notoriamente alti, soprattutto se raffrontati con la qualitá degli immobili.

Comunque questo é il mercato libero, vale a dire che se avete un budget di 1,000 euro vi dovrete accontentare, con 2.000 euro troverete qualcosa di bello, e con 4.000 troverete di molto meglio, etc.

Per un monolocale decente arredato in cittá comunque non aspettatevi di pagare meno di € 800/mese, giusto per darvi un’indicazione ed evitare il connazionale che arriva cercando un trilocale per la famiglia col box e giardino con un budget di € 500.

 

Cercare casa

I consigli che ho scritto nell’articolo Comprare Casa in Olanda parlando di come scegliere casa sono validi anche se volete affittare.
In poche parole: é fondamentale avere le idee chiare per risparmiare tempo.

Qua sotto elenco i siti web piú popolari per la ricerca di case in affitto:

  • Funda.nl (in Olandese)
  • Pararius (disponibile in diverse lingue)
  • Kamernet (molto usato per trovare camere, ma ha anche interi appartamenti)

Se volete risparmiare tempo ed andare a colpo sicuro, meglio affidarsi ad un agente immobiliare (makelaar) che vi potrá seguire in tutta la procedura di ricerca della casa, negoziazione e parte contrattuale.
Ci sono uffici di makelaar ovunque, ma meglio andare per raccomandazione (scrivetemi se volete che vi metta in contatto col mio agente di fiducia).

In ogni caso, é molto probabile che affitterete tramite un’agenzia e non direttamente dal proprietario.

Quando il contratto sará firmato, bisognerá pagare subito:

  • Il primo mese di affitto.
  • Un deposito equivalente a uno o due mesi d’affitto (dipende se la casa é ammobiliata, elettrodomestici, etc.).
  • La commissione dell’agenzia, che tipicamente vale un mese di affitto.

Quindi, per un appartamento da 1.200 eur, bisogna sborsare almeno 1.200 x 3 = 3.600 eur!

Inoltre l’agenzia chiede di dimostrare il proprio reddito fornendo una prova degli ultimi stipendi ricevuti.
Se siete studenti no problem, verrá richiesto il reddito di mamma e papá che faranno da garanti.

É anche importante considerare la durata del contratto d’affitto.

Contratti a breve termine sono rari perché devono essere autorizzati.

Il contratto tipico é di 12 mesi (un anno) e non si puó recedere. Vi serve davvero una bella scusa, per esempio nel mio contratto era specificato che poteva essere recesso nel caso in cui l’azienda mi avesse trasferito all’estero (clausola molto comune).

Quando un contratto di un anno viene rinnovato diventa automaticamente a tempo indefinito e puó essere cancellato dall’affittuario con un certo preavviso.
Il proprietario invece deve avere una buona ragione per cancellare il contratto. La legge anche qui tutela l’affittuario.

Il mio contratto diceva che poteva essere rinnovato per un massimo di 3 anni perché poi il proprietario voleva vendere l’immobile. Ed infatti dopo tre anni fui cacciato, anche se scoprii che a termini di legge avrei avuto tutto il diritto a restare: il proprietario puó sempre vendere la casa con l’affittuario dentro, ma certo ne diminuisce il valore…

Insomma occhio al contratto e occhio alle agenzie, che non si prendono nessuna responsabilitá. D’altra parte é il mercato libero, no?

 

 

Quanto costa affittare una casa ad Amsterdam?

Ora parleró nello specifico di Amsterdam, perché é la meta numero 1 di tanti Italiani che vendono a vivere in Olanda.

Per un’idea su dove vivere ad Amsterdam, vi rimando all’apposito post.

Qui voglio dare un’indicazione sul costo degli affitti invece.
Non prendete questi valori come oro colato, ma piuttosto come un’indicazione generale perché ovviamente dipende da casa a casa.

CosaDoveAffitto indicativo
Appartamento con 1 camera da lettoZona centrale€ 1400
Appartamento con 1 camera da lettoFuori dal centro€ 1000
Appartamento con 2 camere da lettoZona centrale€ 1750
Appartamento con 2 camere da lettoFuori dal centro€ 1400
Casa con 3 camere da lettoZona centrale€ 3000
Casa con 3 camere da lettoFuori dal centro€ 2500

 

 

Dubbi? Oppure é tutto chiaro? In ogni caso un commento qua sotto é graditissimo!

 

Affittare casa in Olanda
4.7 (93.33%) 3 votes

Daniele Besana

Italiano ad Amsterdam dal 2006, admin di VivereAmsterdam e libero professionista del web.

56 commenti

  • Vincenzo

    Ciao Daniele , sto pendando di trasferirmi in Olanda per lavoro , vorrei qualche informazione , come sono gli stipendi approssivativamente per camerieri o baristi li ad Amsterdam ?

  • Buongiorno Francesco, io mi chiamo Adrián Fernández , vivo a Legnano sonó in amnsterdam con mia sorella in cerca di un appartamento per lei, abrei bisogno da conttatare con il tuo makelaardij di fiduccia ,te reengrazio tanto.

  • Francesco

    Buona sera Daniele siamo un gruppo di italiani aventi gia Bsn e lavoro unico problema è la casa infatti siamo ancora in Italia e tramite internet stiamo ricercando una soluzione valida abbiamo gia una busta paga e i soldi per poter entrare manca solo la casa. Aspetto per avere il contatto del tuo agente di fiducia e vedere se ci puo aiutare.. grazie per la rubrica intanto 🙂

  • Carolina

    Ciao Daniele ! Sono carolina! Io e il mio ragazzo stiamo organizzando il nostro trasferimento ad Amsterdam! Abbiamo mandato 10 000 mail e abbiamo parlato con 10 000 persone ! Abbiamo visto tutti i siti che affittano stanze e appartamenti ma senza alcun successo ! Il nostro motivo di spostamento è studio/ lavoro e vorrei mettermi in contatto con il suo agente immobiliare come ha scritto sopra ! Può aiutarci in qualche modo ? Grazie anticipatamente
    Carolina

  • taiguara

    Salve, lei può darmi qualche indicazione se i proprietari di casa ad Amsterdam accettano una fideiussione bancaria come garanzia del contratto di affitto?
    Grazie, tag

  • Valentina

    Ciao Daniele,mi chiamo Valentina e insieme al mio ragazzo è da più di un anno che risparmiamo e progettiamo lo spostamento ad Amsterdam…
    In queste settimane stiamo cercando casa e volevo chiederti se qua funziona il discorso di dare come garanzia il contratto di lavoro italiano,essendo che c’è l’abbiamo ancora,oppure fanno problemi??
    Grazie in anticipo per la risposta e complimenti per le informazioni chiare che dai..

  • daniel cannone

    Ciao daniele, ho trovato il tuo blog molto interessante, volevo chiederti se in Olanda funziona ed è legale come in spagna il subaffitto degli appartamenti, o come in italia vi sono leggi che lo vietano?
    Ho letto di alcune persone che hanno affittato appartamenti in nero anche senza depositi cauzionali di 2 mensilità. Siccome sono fortemente interessato vorrei saperne qualcosa in più, sempre se ne sei al corrente.. grazie della disponibilità.

    • Ciao Daniel, il subaffitto è quasi sempre vietato nel contratto d’affitto. Inoltre qui ad Amsterdam c’è gente che ha un appartmento nel sistema sociale (che paga max. 700€) ma lo subaffitta allegramente a prezzi ben più alti. Questo è illegale e si rischia di venir sbattuti fuori senza preavviso… di solito sono quelli che ti dicono che non ti puoi registrare al loro indirizzo.
      Il deposito è di uno o due mesi dipende dal landlord, non c’è una regola.

  • morici rosario

    Ciao Daniele il sito è molto buono ed esaustivo… vado al sodo: ho bisogno urgentemente di una dritta per trovare una stanza per mio figlio che sta ad amsterdam … e ha trovato prima il lavoro … che l’alloggio e ora sta …in ansia. Fammi sapere quanto prima …se puoi darmi una mano te ne sarei grado. p.s. ora è presso amici ma si sa… l’ospite è come il pesce…dopo tre giorni puzza.
    grazie ancora

  • Cecilia

    Ciao Daniele, grazie per la condivisione della tua esperienza. Ho 24 anni e insieme al mio fidanzato stiamo venendo a vivere ad Amstedam. Stiamo cercando una stanza anche tramite i gruppi su Facebook ma nessuno mi sembra intenzionato ad affittare ad una coppia. Sarà quindi molto difficile stabilirsi. La nostra alternativa sarebbe quella di affittare una casa con due stanze e subaffittare una camera. Pensi sia una buona soluzione, ma soprattutto fattibile? Trovo difficile comprendere il perché non accettano coppie.

  • DARIO CAMILLERI

    Caro Daniele complimenti per la tua attività .Vorrei chiederti un consiglio: Mio figlio deve venire ad Amsterdam dal 20 giugno al 20 Agosto in quanto selezionato da Rayanair per il corso di primo ingaggio come pilota .In realtà sono in due ,mio figlio ed un Giovane pilota Tedesco. Occorrerebbe una casa mobiliata a due stanze oppure due stanze con servizi nello stesso immobile ,la zona dovrebbe essere Amsterdam SUD (vicino Aeroporto) .Essendo primo ingaggio non hanno reddito e paghiamo i genitori …. secondo te è possibile con un budget di 500 €. a persona /mese ? Puoi darmi qualche link o sito dove cercare senza perdersi come mi succede adesso?
    un abbraccio da Palermo , Sicilia

    • Ciao Dario,
      Con 1000€/mese secondo me si trova, stando fuori città.
      In zona areoporto possono anche considerare Alsmeer o Hoffdhorp.
      I siti per affitti temporanei sono AirBnb.com, Kamernet.nl, oltre ai gruppi Facebook che trovi nell’articolo.
      Un saluto

  • giordano

    ciao daniele anche io sto per trasferirmi ad amsterdam e ho letto che una delle prime cose da fare è il bsn senza il quale non ci si puo registrare quindi nn si puo trovare lavoro e quindi un contratto di casa regolare… per affittare una stanza si deve avere per forza un contratto di lavoro? con le agenzie intendo…

    • Giordano è un po’ il classico serpente che si morde la coda. Per affittare da una corporazione edilizia, che sono le cose che convengono alla fine, tocca avere un contratto di affitto o almeno le tre ultime buste paga che dimostrino che il tuo stipendio netto è 4 volte l’ affitto, che parte ad Amsterdam da 960-980 euro minimo. Ci sono agenzie che hanno case, in genere ammobiliate o comunque di un prezzo maggiore, e a loro tocca pagare una mensilità extra per il servizio. Poi ci sono tante forme di affitti informali, spesso si trova tramite gruppi facebook ma tocca starci dietro, e in quel caso basta avere 3-4 mensilità, una corrente e le altre a garanzia.

  • simone

    ciao. la prima volta che sei arrivato in Olanda, come hai fatto a trovare la via dell’azienda che ti aveva contattato? e’ consigliabile trovare prima lavoro o prima un appartamento? e’ sicuro trovare lavoro su internet inviando curriculum?

  • Giada

    Ciao Daniele, mi chiamo Giada ho 35 anni e sono di Palermo. Ho intenzione di scappare da Palermo e di trasferirmi ad Amsterdam quest’estate a tempo indeterminato. Sto facendo varie ricerche e prendendo tutte le informazioni del caso. Ad Amsterdam non ho alcun appoggio e cerco una casa in affitto non ammobiliata, il mio budget è tra i 1000 e i 1250 € (quindi ovviamente non in centro), sto dando un’occhiata su Funda e Pararius e sto vendendo che tutti gli appartamenti sono in mano alle agenzie. La mia domanda è questa: danno in affitto una casa ad una persona che ancora non ha un impiego? Per quanto riguarda le garanzie non ci sono problemi, comunque potrebbero garantire i miei genitori.

    Grazie.

    • Ciao Giada,
      Le agenzie chiedono un contratto di lavoro, ti consiglio di iniziare affittando una stanza oppure tramite AirBnb finchè non hai un lavoro.
      Considera anche che i contratti di affitto sono generalmente da almeno un anno quindi meglio trovare una soluzione temporanea finchè il lavoro non è assicurato.

      Ciao

  • simone

    ciao, la prima volta che sei arrivato in Olanda come hai fatto a trovare la via dell’azienda che ti ha contattato? e la via dell’appartamento che ti hanno trovato? e’ consigliabile trovare prima lavoro o un albergo che ti possa ospitare fino a quando non hai abbastanza soldi per affittare un appartamento?

    • Ciao Simone, già lavoravo in Italia nel settore informatico, avevo pubblicato il mio CV in Inglese su linkedIn e Monster ed un recruiter mi ha trovato.
      Però è perchè avevo un lavoro specializzato.
      Se riesci a trovare lavoro dall’Italia molto meglio, altrimenti ti conviene una soluzione temporanea finchè non hai trovato qualcosa qui.

  • monica

    Salve! Ho problemi con il proprietario della stanza affiatata. .Ho cambiato casa e adesso lui non mi vuole restituire deposito versato. Come funziona in Olanda? Chi mi può tutelare?

  • federico

    Salve..lunedi dovrei salire per lavoro,per una prova dovrò salire una settimana,nel caso dovrei essere preso in considerazione vorrei sapere se é possibile vivere in olanda avendo a disposizione solo una carta d’identità valida per l’espatrio

    • In linea di massima si, non ci dovrebbero essere problemi, solo che un passaporto è più riconoscibile e gli impiegati dei vari uffici pubblici lo preferiscono, per esempio per iscriverti al comune e farti dare il codice fiscale. Ma quando prendi l’ appuntamento chiedilo direttamente a loro così ti regoli

  • Mattia

    Visto I prezzi esorbitanti… L affitto di camere com’è? Prezzi ecc

    • Hai Ragione Mattia, il problema non sono solo i prezzi, che comunque per una stanza in casa condivisa a seconda delle zone possono anche partire da € 400 al mese, ma che in generale è proprio difficilissimo trovare casa a causa della discrepanza tra domanda e offerta. Infatti molti cercano un po’ fuori, però c’ è da dire che anche Diemen e Duivendrecht, che sarebbero ben collegate con metro, tram e treno, cominciano ad essere un po’ difficili. forse conviene guardare nei comuni a Nord di Amsterdam, tipo Zaanstad ci sono diversi italiani, ma anche Landsmeer o addirittura più su, Purmerend e simili

  • Domenico

    Ciao,
    sono arrivato sul tuo blog in cerca di informazioni per un progetto che ho in mente.
    Lo scorso anno sono stato nella zona di Arnhem-Apeldoorn per qualche giorno e vorrei tornarci per un mese intero il prossimo luglio; ho letto che gli affitti per le case devono avere una durata non inferiore ad un anno e d’altra parte gli affitti giornalieri hanno prezzi in proporzione molto più elevati.
    Secondo te è pensabile riuscire trovare una casetta con 1-2 camere e possibilmente giardino e/o garage FUORI dai grandi centri con un budget di circa 7-800 euro e soprattutto con il limite temporale di un mese?
    Non mi interessa che sia centrale; avendo visto tante belle casette poco fuori i piccoli e medi centri urbani come Apeldoorn, Nijmegen, Doetinchem mi va bene che siano isolate (quindi forse più abbordabili come prezzi) ma non troppo (in ogni caso avrei l’auto al seguito quindi potrei spostarmi facilmente).
    Grazie per l’aiuto che potrai fornirmi.
    Un cordiale saluto

    • Ciao Domenico,
      Ti consiglierei di guardare su AirBnb.com cosa è disponibile nelle zone che ti interessano, dovresti trovare qualcosa.
      Potrebbe capitare la famiglia che viaggia e lascia la casa per un affitto short-term.

      Un saluto!

  • Joao Batista

    ciao buongiorno
    sei stato molto chiaro nelle tue indicazioni, io sono italobrasiliano e vivo qui vicino a Breda, ho un amico che vuoi venire a vivere qui e mi ha chiesto se potevo dare una mano per trovare una casa, come io sono un cuoco, io vivo in una casa del ristorante,quindi non ho avuto ancora dei problemi per la casa, ma io non avevo nessuna idea di come aiutare questo amigo ma adesso grazie a te, ho avuto chiarezza di tutto.li faro vedere il tuo blog.
    grazie Joaobatista

  • CRISTIANA

    ciao ho letto con interesse il tuo blog e ti chiedo una consulenza……..
    io e il mio compagno abbiamo deciso di lasciare l’Italia e pensavamo all’Olanda (io parlo abbastanza bene Olandese e per l’Inglese non abbiamo problemi) ma ho notato che ti chiedono la busta paga per l’affitto. Se devo ancora trovare lavoro come si può fare? ovviamente se non ho un posto dove stare non posso nemmeno pensare di trovare lavoro…..c’è modo di affittare senza comunque avere almeno al momento una busta paga?
    grazie per il tuo tempo.

    • Ciao Cristiana,
      Nel tuo caso le opzioni migliori sono affittare da un privato (niente agenzia) per il periodo iniziale. AirBnb, Kamernet o i gruppi Facebook ti saranno d’aiuto!
      Ciao

      • Sara

        Ciao Daniele,
        siamo una coppia e siamo da un mese qua in Olanda, momentaneamente siamo in una casa vacanza e dal prossimo mese ci appoggiamo a casa di una signora che affitta la stanza del figlio (per avere modo di vedere come va e per cercare casa stabile con più calma). Ti volevo chiedere, si riesce ad affittare casa anche se momentaneamente solo uno dei due lavora? Io sto percependo la disoccupazione dall’Italia. O prima di cercare una casa per un periodo più lungo devo per forza avere anche io un contratto regolare di lavoro?
        Grazie in anticipo per la risposta

        • Ciao Sara,
          Non credo sia un problema, l’importante è dare la garanzia di uno dei due ha un lavoro fisso.

          Buona fortuna!

          • Sara

            Ok grazie tante! Un’ultima domanda, inizialmente un contratto indeterminato credo sia improbabile.. va bene anche un contratto che vada a coprire i mesi di affitto non so ad esempio un contratto di 6 mesi con possibilità di assunzione? O determinato o non non importa nel momento in cui si affitta basta che al momento tu abbia il lavoro con regolare contratto? Grazie ancora per il tuo tempo

          • Dipende da chi affitti, se passi da agenzia allora hanno regole più strette, se invece affitti direttamente da privato ne potete parlare.
            Mi spiace ma più di così non ti so dire, sarebbe utile se mi fate sapere come sarà la vostra esperienza!

          • Sara

            Ok nel frattempo grazie mille!!

  • Luisa

    Ciao, grazie per le utilissime informazioni.

    Vorrei chiederti se è possibile mettersi in lista per l’edilizia sociale prima di avere una residenza in Olanda. Dovrò andarci regolarmente per formazione-lavoro ma con il mio stipendio non riesco a trovare nulla sul mercato libero e dovendo partire con mio figlio vorrei evitare una casa condivisa con sconosciuti…

    Grazie ancora

    • Che io sappia no, a parte che l’ edilizia sociale è un po’ un sistema in crisi, visto che gente che è in lista da 15-20 anni ancora non trova nulla. Magari ancora ancora in quelle zone sperdute che si stanno svuotando, tipo Zeeland o certe parti di Groningen e Friesland, ma non ci conterei molto. E comunque quello dell’edilizia sociale è un diritto e in genere per poterne usufruire bisogna almeno aver dato del porprio per un po’m difficilmente uno arriva e gli mettono a disposizione le varie risorse.

      • Luisa

        Grazie della risposta, quello che dici mi sembra sensato dato che nessuno si aspetta che “arriva e gli mettono a disposizione le varie risorse”.
        Però io ho già vissuto in diversi paesi, tra i quali la Francia dove per esempio a qualsiasi studente appena arrivato sul territorio danno un aiuto per l’affitto (senza aver versato ne lui ne la famiglia un euro di tasse).

        Ora sto organizzando la partenza in Olanda della mia famiglia con largo anticipo proprio perché sono consapevole di avere un magro stipendio e quindi poca scelta. Per questo non vorrei lasciare intentata la strada dell’edilizia sociale solo perché sembra un’idea ingenua.

        Ringrazio sentitamente fin da ora chi sappia rispondere con più precisione al mio quesito

  • Nanni

    Ciao Daniele,
    torno a scriverti dopo un bel po’ di tempo, per chiederti un’informazione relativa ai fitti turistici. Mi spiego: vorrei acquistare uno studio/monolocale ad Amsterdam e fittarlo ai turisti (per periodi brevi dunque). Affidandone la gestione a qualche società immobiliare. Sai se devo sottostare a particolari regolamenti? Pagare qualcuno o qualcosa?
    Basterà semplicemente inserire l’annuncio su un portale dedicato e seguire la cosa?

    Grazie per ogni consiglio voglia darmi.

    Nanni

  • antonella

    Ciao, sito interessante, grazie. Vivo e lavoro in Olanda da un anno, e pensavo di trasferirmi ad Amsterdam. Sto cercando una stanza, e mi sono un po’ persa tra i vari gruppi facebook, dove le scam abbondano. Hai qualche dritta su qualche sito per cercare una stanza? Ho visto che raccomandi kamernet. Ha una fee di 30 euro al mese, ma se gli annunci sono seri potrebbe valerli, che ne pensi? Anche sulle stanze i contratti sono cosi’ rigidi , con un anno senza retrocessione? grazie mille

    • Ciao Antonella,
      Io ho sempre trovato inquilini tramite Kamernet e mi dicono che vale i soldi spesi anche se tante volte uno scrive e scrive senza avere risposte.
      Dipende tanto dal budget a disposizione, sotto le €600 il mercato è molto affollato.
      Per le stanze i contratti non sono così rigidi, molte volte sono temporanei.
      Suerte!

  • Ilaria

    Ciao,
    complimenti per il blog: interessantissimo e fatto molto bene.
    Io e una mia amica ci trasferiremo a maastricht ad agosto/settembre per frequentare l’università e attualmente stiamo cercando un posto in cui stare. Su internet abbiamo trovato tanti appartamenti “vuoti” con solo cucina e bagno arredato e con camere enormi, che pensavamo di poter dividere, usandole come doppie mettendoci dentro due letti. Ma tutti quelli a cui abbiamo scritto ci hanno risposto che non è possibile, che per questioni legali possono essere usate solo da singole. Ma è normale? Voglio dire, stanze da 20 mq che possono essere usate solo da singole?
    È un’usanza italiana dividere le stanze tra coinquilini?

    • Grazie Ilaria,
      Qui le case ristrutturate spesso hanno layout strani con stanze enormi e bagni minuscoli, o cucine invivibili.
      Però non ho mai sentito di questioni legali, l’unica cosa che mi viene in mente è che se vive più di una persona nella casa (legalmente registrata al comune) allora il proprietario deve pagare tasse sulla casa più alte. Magari per questo vogliono che ci sia solo una persona in casa?
      Ma voi volete affittare un intero appartamento o una camera?
      Se cercate una camera, allora potrebbe essere che gli altri inquilini non vogliono 2 persone.
      Ciao!

  • ilaria

    Ciao Daniele, ho trovato il tuo blog molto interessante,e ho riscontrato tutto nella mia esperienza di ricerca. sono ormai mesi che io e il mio partner cerchiamo casa in Amsterdam, e volevo chiederti ulteriori informazioni. in breve la mia storia:dopo mille barzellette arriviamo a concludere un contratto ,ma poco prima il prezzo del affitto cambia da 1195 a 1495 euro.il nostro agente ha calcolato 1195 costo casa 100 acqua luce e gas 150 costo del sevizio 50 tv e internet. poi ci chiedono che dobbiamo pagare le utenze a parte che poi ci restituiscono a fine anno. ma non capisco perche le bollette le devo pagare due volte e anche cosa sono i costi di sevizio.Grazie per la disponibilità

    • Ciao Ilaria,
      Il prezzo dell’affitto può essere inclusive o exclusive delle bollette… certo che il malekaar lo dovrebbe sapere fin da subito!
      Se è exclusive, allora l’affittuario fa il contratto con le società di servizi e paga direttamente.
      Da come mi descrivi la cosa, mi puzza che sia un sub-affitto o qualcosa di poco legale… chiedete il contratto d’affitto e andate dalla huurcommissie a farlo controllare.
      Per ‘costi di servizio’ potrebbero indicare il costo mensile per la VVE (l’associazione dei condomini, tipo le spese condominiali) che comunque è a carico del proprietario e non sono sicuro che possa essere girato all’inquilino.

      Ciao!

  • Pingback: Comprare casa in Olanda | Daniele Besana's Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *